ACHTUNG!!!
Die unten folgende Zeile (Bild in hellgrau) wird nur auf Mobilgeräten angezeigt!

Johannes Goritzki / Foto: © Rolf Purpar

JOHANNES GORITZKI

Direttore

divider

PERSONE, OPERE, COMPOSITORI

"La ricerca dell’ignoto è sempre stata la mia passione."

Johannes Goritzki si è esibito come direttore d’orchestra presso le sale da concerto Berliner Philharmonie e Kölner Philharmonie; è stato ospite come direttore d’orchestra presso il centro culturale Gasteig di Monaco di Baviera e presso numerose sale da concerto tra le più prestigiose in tutta Europa, come per esempio: Konzerthaus Berlin, Alte Oper Frankfurt, Tonhalle Duesseldorf e Concertgebouw Amsterdam, per citarne alcune.
Goritzki è stato presente al teatro di Santa Cecilia di Roma, presso la Salle Gaveau di Parigi, presso il Teatro Tivoli di Copenhagen, presso il Mozarteum di Salisburgo, presso la Wiener Musikvereinssaal, e per il gran galà di riapertura del Teatro Carlo Felice di Genova.

Goritzki ha inoltre diretto l’opera di Graun Montezuma e l’opera di Mozart Così fan tutte presso l’Opera Bellas Artes di Città del Messico; è poi apparso come ospite presso il Festival delle settimane musicali di Berlino Berliner Festwochen, presso il Festival Enescu di Bucarest, e presso il Festival della musica da camera di Kuhmo (Kuhmo Chamber Music Festival), in Finlandia. Dietro invito di Gidon Kremer ha inoltre partecipato al Festival di Lockenhaus,  Austria.

Johannes Goritzki ha anche diretto numerose orchestre, tra cui: Radio Orchestras of WDR Köln, SWF Baden-Baden, MDR Leipzig, BR München, NDR Hannover, Stuttgarter Kammerorchester, Münchener Kammerorchester, Bamberger Symphoniker, Schumann Philharmonie Chemnitz, Orchestre de Chambre Lausanne, Orchestre Philharmonique de Montpellier, Philharmonic Orchestra Kiew, Odense Symphonic Orchestra, MCO Radio Kamerorkest Hilversum, Orchestra di Padova e del Veneto, Korean Philharmonic Orchestra Seoul, e Estonian National Orchestra Tallinn, per citarne alcune.

Johannes Goritzki ha diretto alcuni tra i più noti musicisti del mondo, spaziando con disilvoltura dallo stile barocco fino alla musica d’avanguardia: Lord Yehudi Menuhin, Nikita Magaloff, Radu Lupu, Frank Peter Zimmermann, Aurèle Nicolet, Boris Pergamenschikov, Natalia Gutmann, Heinrich Schiff, François René Duchable, Thomas Quasthoff e Hidegard Behrens, per citarne alcuni.

Goritzki ha proficuamente collaborato con i noti compositori contemporanei:
Krzysztof Penderecki, che per lunghi anni, in seguito alla eccezionale collaborazione con Goritzki, ha spesso diretto la Deutsche Kammerakademie Neuss am Rhein;
Isang Yun, che ha composto il Duetto Concertante per oboe, violoncello e orchestra d’archi per entrambi i fratelli Goritzki, Johannes e Ingo;
Sandor Veress, la cui Sonata per violoncello é stata eseguita per la prima volta in Svizzera, Germania e Regno Unito da Goritzki, ed in seguito da lui incisa per l’etichetta Thorofon;
György Ligeti, che ha realizzato la versione finale del suo Concerto per pianoforte insieme a Johannes Goritzki e la Deutsche Kammerakademie Neuss am Rhein. Questa versione del Concerto per pianoforte è stata eseguita da Goritzki per la prima volta presso il Festival l’Île de France di Parigi.

>> Biografie come violoncellista

divider

L'IGNOTO

cpo, una collaborazione decennale.

Con l’etichetta cpo Johannes Goritzki ha inciso le quattro sinfonie di George Onslow, un contemporaneo di Weber la cui opera meriterebbe maggiore divulgazione; compositore che, nell’arco della propria vita, acquisì notorietà grazie all’elaborazione di alcuni meravigliosi brani di musica da camera; le sue opere per orchestra furono molto apprezzate persino dal severo  Robert Schumann. Johannes Goritzki ha inciso questo disco con l’orchestra Radio-Philarmonie Hannover des NDR.

Con la stessa orchestra e la stessa casa discografica Goritzki ha inciso tre sinfonie e due ouverture di Louise Farrenc, il cui talento fu scoperto da Hector Berlioz. L’opera in un atto Frühling (Primavera) di Franz Lehár è stata incisa da Goritzki all’inizio del 2001, collocandosi tra le opere Land des Lächelns (Il paese del sorriso) e Lustige Witwe (La vedova allegra), componimenti che giacevano nell’oblio da ormai molti anni. Questa incisione è stata nominata CD of the year (CD dell’anno) in Inghilterra nel 2001. L’anno 2003 ha visto l’incisione dell’operetta Der Sterngucker (L’astronomo), sempre con l’etichetta cpo. Questo disco è stato premiato con il Preis der Deutschen Schallplattenkritik.

Negli anni 2007 e 2008 la casa discografica cpo ha prodotto altri due dischi di Johannes Goritzki in collaborazione con la Stuttgarter Kammerorchester: nel 2007 Goritzki ha inciso le Sinfonie di Georg Christoph Wagenseil; un anno dopo fu la volta dei Concerti per violoncello in Do maggiore (G 477) e Re maggiore (G 479), insieme a due sinfonie di Luigi Boccherini. Il Concerto per oboe ed orchestra di Bohuslav Martinu e la prima incisione del Divertimento per oboe ed orchestra di Antal Dorati sono produzioni della casa discografica Dabringhaus und Grimm (gennaio 2010). Entrambe sono state incise da Johannes Goritzki insieme alla Münchner Rundfunkorchester. L’oboe solista è Yeon-Hee Kwack.

DISCOGRAFIA